Imparare attraverso i sensi

Tutti i bambini nascono con capacità genetiche che gli permettono di esplorare e interpretare, attraverso i sensi, la realtà. Vista, udito, gusto, tatto e olfatto sono tutti coinvolti e coprotagonisti nella costruzione della conoscenza.

L’ambiente ideale per l’elaborazione di tali conoscenze non deve rendere opache e sorde le percezioni, al contrario deve essere in grado di stimolare, raffinare e alimentare le percezioni di: luce (giochi di luce, ombre cinesi, lavagne luminose, diapositive, spazi bui) e colore, materiali, suoni (Ritmia), relazioni, odori…